Goalset master
L’oro di Tutankhamon

L’oro di Tutankhamon

20.11.2018

 

I faraoni dell'antico Egitto possedevano riserve d'oro impressionanti. Il metallo prezioso veniva estratto in depositi aperti nel sud del paese. L'oro permise ai re egizi di costruire città, templi e mantenere un esercito invincibile per 2500 anni.

I faraoni vissero in media 40 anni, spesso morendo per avvelenamento e malattia. I governanti furono sepolti con lusso e sfarzo. La tomba di ogni faraone veniva riempita di ornamenti d'oro, mobili lussuosi, oggetti preziosi - tutto ciò che poteva essergli utile nell'aldilà.

Non lontano dall'antica città di Tebe si trova la famosa Valle dei Re, dove sono sepolti i resti dei sovrani dell'antico Egitto.

All'inizio del XX secolo, praticamente tutte le tombe della valle furono studiate dagli egittologi. Pochi credevano nel successo dell'archeologo Howard Carter quando iniziò a cercare la tomba del faraone Tutankhamon.

 

La tomba di Tutankhamon - La scoperta del XX secolo

Per sei anni, lo scienziato britannico G. Carter guidò le ricerche dei sotterranei segreti. Alla fine, nel 1922, portò alla luce un passaggio sotterraneo che conduceva alla porta sigillata della tomba di Tutankhamon. Questa scoperta ha creato eccitazione nel mondo intero.

Nella foto: La pianta della tomba di Tutankhamon.

 

Nella prima stanza, gli scienziati hanno trovato pile di oggetti d’oro e decorati in oro. Tra questi c'erano carri, letti, troni, poggiatesta e alcune sculture. La stanza era piena di vasi di cibo e vino, e anche scatole di armi dorate.

Nella foto: La prima stanza della tomba. Foto del 1922.

 

Gli archeologi hanno smantellato il muro della prima sala e hanno trovato la terza stanza - la tomba principale. Qui fu sepolto il giovane faraone 3500 anni fa. Il sarcofago del sovrano era costituito da otto parti, annidate l'una nell'altra come in un gioco di scatole cinesi. All’interno i questo si trovavano  quattro cubi d'oro, un reliquario di pietra e tre bare d'oro a forma di corpo umano.

Nella foto: Howard Carter apre il secondo sarcofago dorato di Tutankhamon.

 

All'interno della terza bara, fatta di oro, giaceva la mummia del faraone di 19 anni, che indossava una maschera mortuaria.

Sul corpo, gli archeologi hanno trovato una fascia fatta di cinture d'oro con iscrizioni di preghiere, due pugnali d'oro e altri centoquarantuno oggetti in metallo prezioso fatti d’oro: bracciali, ciondoli, anelli.

Nella foto: La maschera mortuaria di Tutankhamon pesa 11,26 kg.

 

Nella quarta e ultima stanza della tomba, gli egittologi trovarono 22 casse con sculture dorate del faraone, 6 grandi casse con decorazioni, e un'arca d'oro con strumenti rituali e centinaia di offerte e doni. C'erano anche dei sarcofagi con i nomi dei genitori e dei figli del giovane re.

Nella foto: Ecco come si presentava il tesoro scoperto dagli archeologi nel 1925.

 

Gli archeologi britannici hanno trovato 4000 manufatti nella tomba. Il peso totale degli oggetti d'oro e dei gioielli era di 1200 chilogrammi. La tomba di Tutankhamen è l'unica delle 138 sepolture di faraoni che è stata conservata fino ad oggi praticamente intatta. La maggior parte degli oggetti sono ora conservati nel Museo Egizio del Cairo. Il resto è esposto nelle gallerie di altri paesi.

 

Leggi anche l'articolo: Il Trono d’Oro di Tutankhamon.