Goalset master
Il mistero dell’oro di Myrmekion

Il mistero dell’oro di Myrmekion

22.03.2019

Myrmekion è una piccola città sulla costa della penisola di Crimea, originariamente fondata dai Greci nel IV-VI secolo a.C., che faceva parte del Regno di Bosforo (noto anche come il Regno del Bosforo Cimmerio).

Gli archeologi hanno dissotterrato i resti di un'antica città sulla costa del Mar Nero per 84 anni. Alcune monete antiche d'oro sono state trovate in tombe, depredate già molto tempo prima. Nel 2003, per la prima volta, gli storici hanno recuperato un tesoro d'oro.

La scoperta è fatta quando un gruppo di archeologi condusse scavi nel tempio di Demetra a Myrmekion. Mentre smantellavano la vecchia posa della fondazione, uno studente ha trovato l'oro. Le monete antiche brillavano attraverso i frammenti dei pezzi di una nave.

Gli archeologi hanno estratto con attenzione il tesoro da terra. Una vecchia brocca di bronzo, che si era ossidata, andò in pezzi, mentre l'oro era ancora in perfette condizioni. Alcune monete sembravano un poco rovinate, ma la maggior parte di esse era in perfette condizioni.

Il tesoro di 99 monete d'oro e parti di una nave in bronzo furono trasferiti alla Riserva Storico-Culturale di Stato di Kerch.

Nella foto: Le monete d'oro di Myrmekion e una brocca di bronzo dopo il restauro, esposte nel Museo Storico e Archeologico di Kerch.

Gli esperti hanno concluso che le monete antiche erano in realtà "statere", fatte di una lega naturale di oro e argento. Le monete contenevano il 53% di oro e furono coniate nel V secolo a.C. in Cizico, una città che faceva parte dell'Unione marittima di Atene. Gli "stateri d'oro" portano il nome del luogo dove sono state coniate: “monete di Cizico”.

 

Tesori misteriosi

Le monete di Cizico sono pezzi di metallo senza una forma precisa. Le immagini possono essere viste su entrambi i lati delle monete. Le monete attirano l'attenzione degli specialisti a causa della varietà e della qualità delle immagini artistiche.

Nella foto: Un antico artista ha raffigurato un arciere ricurvo sul dritto della moneta.

Gli antichi artigiani dipinsero molte scene usando oro: un pantheon completo di divinità greche, personaggi mitici, ritratti femminili, figure di guerrieri e pescatori. Il mistero sta nel fatto che su tutte le monete d'oro di Cizico trovate, più della metà di esse ha immagini diverse. Gli scienziati non hanno ancora capito perché sono stati creati così tanti tipi diversi di monete.

Nella foto: La varietà di scene raffigurate sulle monete non cessa mai di stupire gli archeologi di tutto il mondo. In totale, finora sono state identificate 250 diverse varietà di monete di Cizico.

 

Il valore del tesoro di Myrmekion

Il peso di un singolo statere del tesoro di Myrmekion è di 16 grammi. Come testimoniato dagli scienziati, nel V secolo, con una moneta di Cizico era possibile assumere un guerriero mercenario per un mese. Gli storici hanno concluso che il tesoro non poteva appartenere a un privato. Gli archeologi hanno suggerito che potrebbe essere il tesoro della città o il risparmio del tempio. Forse, il sovrano ha nascosto il tesoro per paura dell'attacco imminente dei nemici ma non è riuscito a restituirlo.

Oggi, gli stateri in elettro possono essere trovati nelle aste. I collezionisti vendono una singola moneta di Cizico per 7000-8000 euro. Il tesoro di Myrmekion non ha prezzo, in quanto contiene informazioni uniche sugli abitanti della città.

Nell'antichità, l'oro era la principale forma di valuta per i commercianti e la gente comune allo stesso modo. Dopo oltre 2500 mila anni la sua importanza non è cambiata. Nulla è paragonabile all'oro in termini di longevità, valore e bellezza. Nell'era dell'alta tecnologia e degli spazi virtuali del XXI secolo, l'oro è un grande investimento per accumulare denaro.

 

Moneta doro "George Washington" venduta per 1,7 milioni